Il rating bancario

Il rating bancario​

Il rating è un giudizio che misura la probabilità di insolvenza della tua azienda.
Migliore è il giudizio assegnato alla tua impresa, maggiore è la possibilità che tu possa accedere al finanziamento e ottenere migliori condizioni in termini di tassi di interesse. Le banche vendono il loro prodotto che si chiama denaro per fare profitto come fa qualsiasi impresa ed il costo del denaro cambia in base al rating assegnato alla tua azienda.

Il rating della tua azienda può migliorare o peggiorare.​

      • Il giudizio sul grado di solvibilità di un’impresa è espresso sulla base delle:
      • informazioni quantitative
      • informazioni qualitative
      • informazioni andamentali
Gli aspetti qualitativi influiscono sulla valutazione della rischiosità e provengono dalla chiarezza e trasparenza dell’azienda agli occhi della banca.
Le informazioni quantitative, che provengono dai bilanci, rivestono un’importanza maggiore ma la loro analisi, in genere, alimenta il rating solo con cadenza annuale.
Assumono, allora, un peso importante le informazioni andamentali che presentano un elevato grado di oggettività e di cui la banca può disporre con continuità, in modo automatico e, in gran parte, internamente (Centrale Rischi).
 
Come fare per migliorare il rating?
 
      • verifica l’adeguatezza dei mezzi propri investiti nell’impresa
      • valuta l’adeguatezza del capitale circolante e della liquidità
      • valuta la redditività degli investimenti
      • monitora il costo degli interessi passivi
      • mantieni un equilibrio ottimale tra debiti a breve e debiti a medio-lungo termine: da un punto di vista finanziario, l’azienda è in equilibrio quando i debiti a medio-lungo termine coprono le immobilizzazioni
      • redigi consuntivi finanziari e patrimoniali
      • migliora la qualità della pianificazione finanziaria

In altre parole, analizza il passato con l’analisi finanziaria e pianifica il futuro con il business plan.

 

Scopri i Segreti Bancari

Ricevi la tua copia gratuita

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Ut elit tellus, luctus nec ullamcorper mattis, pulvinar dapibus leo.

CHI SIAMO

Fabio Messere

Libero professionista iscritto all’ordine provinciale di Roma dei Consulenti del Lavoro al n.3483. Ha partecipato all’Executive Programme in Bilancio e Analisi Economico-Finanziaria presso la Luiss Business School. Partecipante al Master per specialisti in finanza d’impresa “MasterBank” tenuto dall’economista professor Valerio Malvezzi. Oltre ad essere consulente aziendale e fiscale ha ricoperto il ruolo di direttore amministrativo all’interno di PMI.

Matteo Martelli

Consulente aziendale specializzato nella stima dei fabbisogni finanziari
Ha partecipato al master Sistemi di gestione, pianificazione e controllo presso Luiss Business School e Accelerated Finance Programme presso ESCP Europe. Oltre ad essere consulente aziendale e aver ricoperto ruoli di Finance Manager è anche imprenditore.

IMPARA A CONTROLLARE
IL TUO BUSINESS

Prenditi un vantaggio sui tuoi competitors

Avrai più tempo da dedicare al tuo Business​

    Dimostra di non essere un robot. Rispondi alla domanda di sicurezza:

    Riceverai subito in OMAGGIO l'E-book Controlla il Tuo Business

    AFC - Controlla il tuo Business è di proprietà di Studio Messere
    Via Cornelia 498, 00166 Roma - Tel. 06. 871.552.91 - P.iva 08676961009

    Centrale rischi: che cos’è e come funziona

    Centrale rischi: che cos’è e come funziona​

    Il sistema informativo che monitora l’andamento dell’indebitamento delle persone (fisiche e giuridiche) si chiama Centrale Rischi. L’indebitamento e come vengono utilizzati gli affidamenti concessi nei confronti di banche ed altre società finanziarie determina il tuo profilo di rischio.

    Come funziona? Ogni mese le banche comunicano a Banca d’Italia l’aggiornamento delle singole posizioni. Quest’ultima le raccoglie, le rielabora e restituisce mensilmente le informazioni sul debito totale verso il sistema creditizio agli intermediari. Le informazioni trasmesse da Banca d’Italia sono aggiornate normalmente a due mesi prima rispetto a quello in cui viene fatta la richiesta: quindi se si guarda la Centrale Rischi a ottobre, si avrà la posizione fino a agosto. La Centrale Rischi può essere richiesta ad una banca presso cui hai degli affidamenti oppure, per averla il più completa possibile, alla Banca d’Italia.

    Il Nostro Consiglio​

    La cosa fondamentale è tenere sempre sotto controllo la Centrale Rischi, in modo da capire se stai utilizzando in maniera corretta i tuoi affidamenti o se hai superato il limite concesso: in quest’ultimo caso potresti avere dei problemi ad ottenere nuovo credito. Le informazioni della Centrale Rischi ti sono utili anche per monitorare il grado di fiducia del sistema bancario nei tuoi confronti e per avere una gestione proattiva dei rapporti creditizi.

    Se guardiamo l’altro lato della medaglia, in realtà, la Centrale Rischi è un tuo grande alleato.
    Tutte queste informazioni che la banca ha a sua disposizione non sono comunque sufficienti per una rappresentazione completa e puntale della tua azienda. Ecco allora che diventa importante avere uno strumento di comunicazione volontaria che comprenda tutte le informazioni qualitative e quantitative (analisi finanziaria e business plan) che faciliti la comprensione della tua azienda anche a chi non conosce il tuo business come te.

    Scopri i Segreti Bancari

    Ricevi la tua copia gratuita

    Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Ut elit tellus, luctus nec ullamcorper mattis, pulvinar dapibus leo.

    CHI SIAMO

    Fabio Messere

    Libero professionista iscritto all’ordine provinciale di Roma dei Consulenti del Lavoro al n.3483. Ha partecipato all’Executive Programme in Bilancio e Analisi Economico-Finanziaria presso la Luiss Business School. Partecipante al Master per specialisti in finanza d’impresa “MasterBank” tenuto dall’economista professor Valerio Malvezzi. Oltre ad essere consulente aziendale e fiscale ha ricoperto il ruolo di direttore amministrativo all’interno di PMI.

    Matteo Martelli

    Consulente aziendale specializzato nella stima dei fabbisogni finanziari
    Ha partecipato al master Sistemi di gestione, pianificazione e controllo presso Luiss Business School e Accelerated Finance Programme presso ESCP Europe. Oltre ad essere consulente aziendale e aver ricoperto ruoli di Finance Manager è anche imprenditore.

    IMPARA A CONTROLLARE
    IL TUO BUSINESS

    Prenditi un vantaggio sui tuoi competitors

    Avrai più tempo da dedicare al tuo Business​

      Dimostra di non essere un robot. Rispondi alla domanda di sicurezza:

      Riceverai subito in OMAGGIO l'E-book Controlla il Tuo Business

      AFC - Controlla il tuo Business è di proprietà di Studio Messere
      Via Cornelia 498, 00166 Roma - Tel. 06. 871.552.91 - P.iva 08676961009

      Conosci il tuo bilancio?

      Conosci il tuo bilancio?

      Quando chiedi un finanziamento, per favorire la comprensione dei tuoi dati economico-finanziari fornisci alla banca, oltre al bilancio, un’analisi che mostra la redditività e la struttura finanziaria della tua impresa. Analizzare il proprio bilancio sapendo su cosa si focalizzerà la banca può essere molto utile. Adottare strutture di bilancio in sintonia con le aspettative degli istituti di credito facilita il dialogo con la banca.
      Il bilancio fotografa l’impresa. E’ una immagine con molti limiti: è statica, descrive il passato e talvolta può essere oggetto di politiche di bilancio non chiare per un terzo lettore, come per esempio la scelta dei criteri riguardanti la valorizzazione del magazzino. Ma è il documento principe che indica alla banca il profilo economico-finanziario della tua impresa e contribuisce a determinare il tuo merito creditizio.

      L’equilibrio finanziario

      Equilibrio finanziario ed equilibrio economico sono due componenti imprescindibili per rimanere sul mercato: una delle principali cause di default dell’impresa è la mancanza di liquidità necessaria per proseguire la propria attività e onorare i propri debiti. Il documento da cui partire è l’analisi di bilancio.
       

      Il Capitale Circolante Netto (CCN) è un margine di primaria importanza, poiché evidenzia il livello di equilibrio strutturale e finanziario di breve termine. Il CCN è costituito dalla differenza tra le attività correnti e le passività correnti, in altri termini da (rimanenze + liquidità immediate + crediti a breve termine) meno (debiti finanziari + debiti a breve termine). Il CCN esprime la misura in cui l’impresa è in grado di far fronte agli impegni assunti nel breve periodo con il realizzo delle attività a breve.

      Un altro indicatore per misurare l’equilibrio finanziario è il leverage finanziario che evidenzia il peso dei finanziamenti di terzi rispetto al totale degli investimenti aziendali.
       

      Un valore particolarmente interessante è il Margine Operativo Lordo (MOL o EBITDA) che considera solo la gestione caratteristica dell’impresa e che si ottiene sottraendo al valore della produzione il costo della produzione, escludendo dal calcolo gli ammortamenti e le svalutazioni. L’indice così calcolato non tiene conto degli oneri e proventi finanziari, dei costi e ricavi straordinari e delle imposte.
      L’equilibrio finanziario di medio e lungo periodo lo puoi verificare anche rapportando il MOL agli oneri finanziari: l’indice evidenzia il grado di assorbimento delle risorse economiche generate dalla gestione caratteristica da parte degli oneri finanziari. Un valore inferiore all’unità è sintomo di una tensione finanziaria.

      L’equilibrio economico

      Equilibrio finanziario e equilibrio economico sono strettamente correlati. I costi e i ricavi, infatti, sono misurati, rispettivamente, da uscite ed entrate finanziarie. Cosa significa valutare l’andamento economico del tuo business? Vuol dire calcolare l’ammontare dei costi e dei ricavi della tua attività e verificare che gli indici di redditività ad essi connessi forniscano dei risultati positivi.
      Il ROE e il ROI che sono considerati tra i principali indici di bilancio utilizzati nel processo di valutazione del merito di credito da parte della banca.

      Il ROE (Return on Equity) dice già molto a chi valuta il tuo merito di credito perché misura il rendimento del capitale proprio ed è dato dal rapporto tra l’utile netto d’esercizio e il capitale netto che hai conferito nella tua impresa.
      Il ROE ti consente di valutare quanto rende il capitale proprio conferito nell’impresa ed eventualmente confrontarlo con investimenti alternativi. Per chi sta analizzando l’azienda esso rappresenta un indicatore immediato della redditività.

      ROE= UTILE D’ESERCIZIO/PATRIMONIO NETTO x 100

      Il ROI (Return On Investment) è un indice di redditività molto utilizzato che esprime, in termini percentuali,  quanto rendono gli investimenti che hai fatto.

      ROI= EBIT/CAPITALE INVESTITO x 100

      Un ultimo indicatore che ti consigliamo di tenere monitorato prima della richiesta di un finanziamento è il rapporto tra:

      POSIZIONE FINANZIARIA NETTA (PFN)/MARGINE OPERATIVO LORDO (MOL)

      La PFN rappresenta il livello di esposizione finanziaria che l’azienda presenta verso i terzi, al netto delle disponibilità liquide.
      L’indice PFN/MOL costituisce di fatto un indicatore importante perché mette in relazione l’indebitamento finanziario con la redditività e fornisce la principale indicazione sintetica della capacità del business di generare cassa.

      Scopri i Segreti Bancari

      Ricevi la tua copia gratuita

      Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Ut elit tellus, luctus nec ullamcorper mattis, pulvinar dapibus leo.

      CHI SIAMO

      Fabio Messere

      Libero professionista iscritto all’ordine provinciale di Roma dei Consulenti del Lavoro al n.3483. Ha partecipato all’Executive Programme in Bilancio e Analisi Economico-Finanziaria presso la Luiss Business School. Partecipante al Master per specialisti in finanza d’impresa “MasterBank” tenuto dall’economista professor Valerio Malvezzi. Oltre ad essere consulente aziendale e fiscale ha ricoperto il ruolo di direttore amministrativo all’interno di PMI.

      Matteo Martelli

      Consulente aziendale specializzato nella stima dei fabbisogni finanziari
      Ha partecipato al master Sistemi di gestione, pianificazione e controllo presso Luiss Business School e Accelerated Finance Programme presso ESCP Europe. Oltre ad essere consulente aziendale e aver ricoperto ruoli di Finance Manager è anche imprenditore.

      IMPARA A CONTROLLARE
      IL TUO BUSINESS

      Prenditi un vantaggio sui tuoi competitors

      Avrai più tempo da dedicare al tuo Business​

        Dimostra di non essere un robot. Rispondi alla domanda di sicurezza:

        Riceverai subito in OMAGGIO l'E-book Controlla il Tuo Business

        AFC - Controlla il tuo Business è di proprietà di Studio Messere
        Via Cornelia 498, 00166 Roma - Tel. 06. 871.552.91 - P.iva 08676961009